La rivista
Dopo aver effettuato il Login sarà possibile accedere ai contenuti della rivista, sfogliarla online e scaricarla in PDF.
in primo piano
News della letteratura
Fattori predittivi per ospedalizzazioni per ipoglicemie gravi
I ricoveri per ipoglicemie gravi rappresentano, purtroppo, una complicanza frequente nella gestione clinica del diabete e una notevole voce di spesa della sanità pubblica.
Empagliflozin riduce la massa ventricolare sinistra
Recenti evidenze indicano che la terapia con gli SGLT-2 inibitori riduce il rischio di eventi cardiovascolari e di ospedalizzazione per scompenso cardiaco in soggetti affetti da diabete tipo 2 (DM2) attraverso dei meccanismi indipendenti dal miglior compenso glicemico raggiunto con questi farmaci.
Ascolta il tuo... rene! SGLT-2 inibitori, una nuova arma per migliorare la salute dei reni
Nel 2010 più di 2.6 milioni di persone hanno iniziato una terapia dialitica o hanno ricevuto un trapianto renale. Si pensa che nel 2030 questi numeri siano destinati a raddoppiare. Il diabete mellito di tipo 2 (DM2) è la causa principale di malattia renale cronica (CKD) e terminale (ESRD).
Le nuove Linee Guida ESC su diabete, prediabete e malattie cardiovascolare riducono gli obiettivi terapeutici nella gestione della dislipidemia
Le Linee Guida ESC 2019 pubblicate in collaborazione con l’EASD ribadiscono, sulla scorta della metanalisi The Emerging Risk Factor Collaboration di 102 studi prospettici, che la malattia diabetica comporta un aumento pari a due volte del rischio cardiovascolare (patologia coronarica, ictus ischemico e morte cardiovascolare).
SGLT2i e scompenso cardiaco: chi beneficia di più?
Il diabete tipo 2 (DM2) rappresenta un importante fattore di rischio indipendente di scompenso cardiaco (SC) anche dopo aggiustamento per la presenza di coronaropatia, e persino quando i tradizionali fattori di rischio (fumo di sigaretta, ipertensione arteriosa, LDL-colesterolo) sono ben controllati.
Scarica l'app per il Calcolo del GFR!
Con il supporto educazionale di